Uber sconfitto dai lavoratori e dalle lavoratrici

March 18, 2024

Consegna delle firme a Bruxelles

Di Mika Leandro

Abbiamo vinto: le persone che lavorano per i giganti delle piattaforme digitali come Uber ottengono gli stessi diritti degli altri lavoratori. È un punto di svolta per i lavoratori e le lavoratrici di tutta Europa.

Prova a immaginare: lavorare 15 ore al giorno, senza congedo per malattia, senza contributi pensionistici e senza un salario minimo. Questa è la brutale realtà che devono affrontare milioni di persone che lavorano per aziende come Uber e Deliveroo. [1]

Mentre queste piattaforme gigantesche incassano enormi profitti, il loro personale viene trascurato e privato dei diritti più elementari. [2]

Ma tutto ciò è ormai alle nostre spalle…Entro il 2025, 43 milioni di persone lavoreranno per piattaforme come Uber: se il settore fosse un Paese, sarebbe il quinto in Europa! [3]

Questa vittoria è stata possibile grazie alla nostra comunità. Dalla firma della petizione, all'invio di messaggi alla classe politica, fino al finanziamento del nostro lavoro: agendo insieme abbiamo tenuto alta la pressione, quel tanto che bastava per ottenere un cambiamento.

Ora dobbiamo assicurarci che ogni Paese europeo applichi la nuova legge. E questo significa monitorarli da vicino, denunciando pubblicamente i politici che vi si oppongono.

Questa vittoria è enorme e ha il potere di cambiare la vita di molte persone. Ma non era affatto scontata. Anzi, ha richiesto un grande sforzo per raggiungere l’obiettivo.

Abbiamo iniziato questa campagna due anni fa, dopo che una fuga di notizie ha rivelato lo sfruttamento degli autisti da parte di Uber:

"La quantità di ore di lavoro è assurda. Devi fare giornate di 12-15 ore per ottenere una retribuzione decente. Ho conosciuto molti autisti che dormono nelle loro auto". - Autista di Uber [4]

Insieme alla Confederazione europea dei sindacati (CES) abbiamo lanciato una petizione che è stata firmata da oltre 100.000 persone.

Poi sono iniziati gli alti e bassi della campagna. Uber è ricca e potente, e gode dell'attenzione dei governi. Sapevamo che sarebbe stata dura. Ma grazie all'instancabile lavoro dei nostri partner della Confederazione europea dei sindacati, di molti legislatori e di persone come te, le cose hanno iniziato a cambiare.

Un anno fa abbiamo raddoppiato il nostro impegno prima del voto decisivo al Parlamento europeo. I membri di WeMove Europe hanno inviato oltre 119.000 e-mail e centinaia di tweet a più di 400 parlamentari europei che erano ancora indecisi: e ha funzionato!

uber reportback.gif

Ma non era ancora finita, quattro Paesi stavano bloccando la legge: Francia, Germania, Estonia e Grecia. La CES ha lavorato instancabilmente per ottenere il sostegno di Estonia e Grecia e ci è riuscita. Da sole Francia e Germania non potevano più bloccare la nuova legge europea.

Ora i lavoratori e le lavoratrici avranno finalmente un salario minimo, un'indennità per malattia e altri diritti fondamentali. [5]

Il segretario confederale della CES ha un messaggio speciale di ringraziamento che vorrebbe condividere con te:

"Grazie alla comunità di WeMove Europe e a tutte le persone che hanno contribuito in ogni fase del processo prima e dopo, grazie a voi abbiamo infine raggiunto un risultato da festeggiare. Quando ci organizziamo, possiamo ottenere grandi cambiamenti". - Ludovic Voet

Può sembrare difficile fare la differenza come singoli individui. La bellezza di WeMove Europe è che quando siamo uniti, possiamo realizzare cose incredibili.

Ora dobbiamo preparare un piano per far sì che ogni Paese europeo prenda sul serio questo cambiamento. E per farlo dobbiamo innanzitutto assicurarci di poter realizzare altre campagne come questa.

Riferimenti:

[1] ETUI: L'economia delle piattaforme in Europa:https://www.etui.org/publications/platform-economy-europe [2] The Guardian: Uber ha infranto le leggi, ingannato la polizia e fatto pressioni segrete sui governi, come rivela una fuga di notizie:

https://www.theguardian.com/news/2022/jul/10/uber-files-leak-reveals-global-lobbying-campaign

[3] Commissione UE: Infografica - Riflettori puntati sui lavoratori delle piattaforme digitali nell'UE :

https://www.consilium.europa.eu/en/infographics/digital-platform-workers/#:~:text=How%20many%20of%20them%20are,in%20manufacturing%20(29%20million)

[4] The Guardian: "Molti sono scettici": la cauta accoglienza degli autisti Uber per lo status di lavoratore https://www.theguardian.com/technology/2021/mar/18/a-lot-are-sceptical-uber-drivers-cautious-welcome-over-worker-status

[5] https://www.etuc.org/en/pressrelease/platform-work-trade-unions-win-millions-workers

Ti potrebbe piacere

Poster di una manifestazione di fronte alla commissione europea con su scritto "Un altro futuro è possibile"

Tre campagne, tre vittorie

Buone notizie: contro ogni previsione, la scorsa settimana abbiamo ottenuto tre grandi vittorie. Ognuna è riconducibile ad una campagna sostenuta da WeMove Europe. Scopri le storie dei traguardi che abbiamo raggiunto insieme: Una vittoria per…

Foto delle persone riunite per la manifestazione

Il futuro femminista che ci meritiamo

A metà gennaio, abbiamo scritto la storia: l’UE ha raggiunto un’accordo sulla prima legge in materia di violenza contro le donne. Una volta che verrà approvata, tutti gli stati membri dovranno impegnarsi per proteggere i…

Aggiornamenti